Cannucce di carta biodegradabili QAR7.3

Le nostre Cannucce di Carta sono interamente prodotte nell’Unione Europea e distribuite in Italia. La materia prima arriva dalla Francia. Non usiamo alcun tipo di materie provenienti dalla Cina e quindi possiamo garantire l’altissima qualità dei nostri prodotti.

5 MOTIVI PER USARE LE NOSTRE CANNUCCE DI CARTA 

  1. Rispetto alle altre alternative “Plastic-free” hanno un costo minore e sono personalizzabili.
  2. Possono essere facilmente riciclate a basso costo.
  3. L’impatto globale sull’ambiente utilizzando le cannucce biodegradabili è neutro: anche se la loro produzione implica una emissione di CO2, più bassa comunque rispetto alla plastica, le piante coltivate per la produzione della carta consumano CO2.
  4. Esteticamente e funzionalmente non hanno nulla da invidiare alla plastica ed inoltre non alterano il sapore ed il gusto delle bevande fredde o calde.
  5. Parte del RICAVATO viene DEVOLUTO alla associazione umanitaria Phoenix Voyage

Cannucce di carta
- le alternative alla plastica -

Da qualche anno, si sta diffondendo sempre più l’importanza della difesa dell’ambiente e del nostro pianeta. Fortunatamente tra i primi sensibili verso il tema ambiente, ci sono i proprietari di bar, locali e ristoranti, come pure le grandi compagnie di trasporti aeree, navali e ferroviarie che, con frequenza sempre più in aumento, aderiscono a programmi di sensibilizzazione e partecipano attivamente alla riduzione ed eliminazione delle cannucce in plastica.

Infatti, esistono già da alcuni anni valide alternative eco-friendly: le cannucce biodegradabili. Queste cannucce oltre a garantire igiene, facilità di impiego e caratteristiche meccaniche sovrapponibili a quelle in plastica posseggono un ulteriore vantaggio: si decompongono in condizioni controllate di compostaggio. La bio cannuccia, composta principalmente da materie prime riciclabili, contribuisce in modo significativo alla riduzione delle emissioni di anidride carbonica e del conseguente effetto serra. Totalmente biodegradabile, una volta utilizzata può essere smaltita secondo un naturale processo di decomposizione.

Scopri il nostro assortimento di cannucce in carta!

L’inquinamento causato dalla plastica è un fenomeno in continua diffusione che assume quotidianamente molteplici forme.
Una delle più dannose e spesso sottovalutata è quella delle cannucce.

Vuoi guadagnare con il tuo sito, blog, social? Iscriviti al nostro programma di affiliazione.

LE CANNUCCE DI PLASTICA

Sorseggiare una bibita o un cocktail è certamente un momento di relax e piacere, un momento idilliaco, in cui la cannuccia non può mancare. Ricordi di infanzia e di serate spensierate, gli stretti tubicini di plastica colorati ci riportano alla mente momenti felici, dai party alle soste al bar, passando per le vacanze in spiaggia. Le cannucce di plastica, usate principalmente per ragioni igieniche, sono però spesso gettate o dimenticate, senza curarsi dello smisurato danno ambientale.

5 MOTIVI PER NON USARE PIÙ LE CANNUCCE DI PLASTICA

  1. Se ne consumano più di 1 miliardo al giorno in tutto il mondo, 500 milioni nei soli Stati Uniti
  2. Non possono essere riciclate.
  3. Finiscono sulle spiagge e nei mari. In Europa sono tra i primi 5 rifiuti raccolti sulle coste
  4. Uccidono uccelli e animali marini.
  5. Senza di esse, le bevande non cambiano sapore.

ECO News

direttiva europea contro la plastica
News

La direttiva europea contro la plastica approvata dal Parlamento Europeo

In questi giorni sta facendo discutere la così detta “plastic tax” prevista dal Governo Italiano, guidato da Giuseppe Conte e, a marzo 2019, il Parlamento Europeo ha approvato la messa al bando di alcuni prodotti plastici monouso. La direttiva europea Per ridurre l’inquinamento causato dalle plastiche, il Parlamento Europeo ha approvato la direttiva avente per tema – per

Leggi tutto »
Cannucce di plastica, Direttiva (UE) 2019/904
News

Cannucce di plastica, direttiva in vigore dal 2 luglio

La direttiva sulla plastica monouso (Single Use Plastics, SUP) ha ora un riferimento ufficiale: Direttiva (UE) 2019/904 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 5 giugno 2019, sulla riduzione dell’incidenza di determinati prodotti di plastica sull’ambiente. Il provvedimento è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale UE del 12 giugno ed entrerà in vigore il 2 luglio 2019.

Leggi tutto »
Torna su